Come si calcola il ROI dell’email marketing? La guida completa

Più del 3000%: questo è il ROI medio dell’email marketing, stando agli ultimi dati rilasciati dalla Data & Marketing Association. Il ritorno sull’investimento (ROI) è fondamentale per il tuo successo: non puoi non considerarlo se vuoi migliorare i risultati del tuo business.

Per aiutarti, ActiveCampaign ha realizzato una guida completa sul rapporto tra email marketing e ROI: cos’è di preciso, come calcolare il ROI e come migliorarlo. Con i nostri suggerimenti, potrai cambiare marcia e avviare una strategia di email marketing di successo.

Cos’è il ROI?

​​Il ritorno sull’investimento, comunemente abbreviato in ROI (in inglese “Return on Investment”), è una formula che misura la redditività di un investimento. Il ROI confronta essenzialmente il guadagno ottenuto rispetto a quanto è stato investito. Si tratta di un parametro che le imprese e gli investitori utilizzano per determinare il valore delle strategie che hanno intrapreso.

Per gli investitori, il ROI tende a essere calcolato in termini strettamente finanziari. Quanto capitale hai investito e quanto hai recuperato? Per le aziende, tuttavia, viene spesso calcolato in base a diversi fattori

Oltre all’investimento strettamente monetario da parte di una compagnia in un determinato progetto o in un’iniziativa, ci sono, infatti, anche fattori “soft”, come il tempo che i dipendenti vi dedicano. Alcuni di questi fattori sono misurabili, mentre altri lo sono in misura minore.

Ad esempio, se un dipendente che guadagna 100.000 dollari all’anno dedica un mese intero al progetto, è necessario ottenere un ritorno di almeno 8.333 dollari per chiudere in pareggio il progetto. 

Oltre ai costi salariali dedicati al progetto, c’è anche la questione del costo opportunità. A cosa non hanno potuto lavorare i dipendenti che si sono dedicati a quel progetto? 

Il tempo è una risorsa limitata: molte aziende, dunque, tengono conto anche del “costo” del tempo per portare avanti una determinata iniziativa.

Come calcolare il ROI

Per calcolare il ROI nel digital marketing e sui social media, puoi considerare molteplici fattori. Partiamo dalla formula principale.

Il calcolo di base del ROI è: 

ROI = (Profitto netto/Costo totale)*100

Tuttavia, puoi prendere in considerazione ulteriori metriche e KPI per monitorare il ritorno sul tuo investimento. Tra queste ci sono:

  • Visitatori unici mensili
  • Costo per lead
  • Costo per acquisizione
  • Valore medio dell’ordine
  • Valore del ciclo di vita del cliente

ROI dell’email marketing: perché è importante

Schermata messaggio email marketing

Prendere decisioni basate sul ROI può fare la differenza per la tua strategia di marketing. Vediamo ora alcuni elementi rilevanti a livello di business e brand awareness.

Molte aziende costruiscono un’analisi partendo dal ROI prima di perseguire un nuovo progetto o affrontare una nuova spesa. Come formula di investimento, il ROI è affidabile quanto i dati che si usano per calcolarlo: cerca di essere il più realistico possibile sulle spese da sostenere e sul rendimento totale. Come qualsiasi altra proiezione, il ROI può essere impreciso se le proiezioni utilizzate sono troppo ottimistiche o troppo pessimistiche.

Nel valutare se intraprendere o meno un progetto, devi anche considerare il flusso di cassa della tua azienda e come l’investimento richiesto vi inciderebbe. Se disponi di 10.000 euro di capitale circolante e l’acquisto di una nuova attrezzatura costa 8.000 euro, si tratta di un investimento rischioso perché assorbe l’80% della liquidità, anche se il ROI lo fa sembrare conveniente nel lungo periodo.

Come si calcola il ROI nell’email marketing? Individua i giusti obiettivi 

Come si calcola il ROI nell’email marketing? Individua i giusti obiettivi

Come si calcola il ROI nell’email marketing? Individua i giusti obiettivi

Incrementa il tuo ROI usando ActiveCampaign: riduci le spese e aumenta le entrate.

Secondo i dati forniti dalla Data & Marketing Association, il marketing via email ha un ritorno sull’investimento (ROI) di più di 30 euro per ogni euro speso. Dunque, per ogni euro speso per fare email marketing, ci si può aspettare un ritorno medio più alto di quello prodotto da qualsiasi altra forma di content marketing. Le statistiche sull’email marketing sono molte e tutte positive da questo punto di vista.

Scopriamo come individuare gli obiettivi e i KPI dell’email marketing perfetti per la tua azienda: soltanto partendo da una descrizione chiara di ciò che vuoi raggiungere, potrai organizzare le tue attività in modo efficace e meno costoso. Una volta completato questo passaggio, potrai sfruttare le automazioni di ActiveCampaign per agevolare il processo.

Vendite 

L’email marketing non solo è uno degli strumenti più convenienti dal punto di vista dei costi per aumentare le entrate, ma è efficiente in ogni settore. L’aumento delle entrate via email, infatti, può migliorare significativamente il tuo ROI: i consumatori che ricevono offerte via email spendono mediamente il 138% in più rispetto agli altri grazie all’email marketing.

Tasso di conversione

Il tasso di conversione (Conversion rate) delle email è una metrica ricca di sfumature. 

Ci sono diversi obiettivi finali che potresti voler raggiungere con le tue comunicazioni, come ad esempio generare lead, sollecitare una risposta o completare un acquisto.

Puoi calcolare il tasso di conversione delle email attraverso questi tre semplici passaggi:

  • Definire il tuo obiettivo finale: per prima cosa, devi determinare cos’è per te una conversione. Puoi considerare conversioni gli acquisti completati, ma anche qualsiasi obiettivo di valore che stai cercando di raggiungere. 
  • Individua la base: in secondo luogo, devi decidere quale base adottare. Vuoi basare il tasso di conversione su tutte le email inviate o solo su quelle che hanno portato a un clic?
  • Calcolo: infine, calcola il tasso di conversione dividendo il numero totale di conversioni della fase 1 per la base nella fase 2.

Utilizzando le email inviate come base, si otterrà una metrica più completa che dipende dall’efficacia dell’oggetto, dalla deliverability e dal testo dell’email.

Click-through-rate

Come il tasso di apertura, anche il tasso di click-through (CTR) è una metrica di base facilmente misurabile attraverso la maggior parte dei provider di email professionali.

Si tratta di un modo efficace per valutare il messaggio e l’offerta delle email.

La definizione standard di tasso di click-through (CTR) delle email consiste nel dividere il numero totale di visitatori che hanno cliccato (di solito un link all’interno dell’email verso una pagina web) per il numero totale di comunicazioni inviate.

Recentemente, però, sta prendendo piede un’altra forma di click rates: invece di utilizzare il numero totale di email inviate come base, utilizza il numero totale di messaggi aperti.

Questo “nuovo” tasso di click-through è chiamato tasso di click-apertura, o CTOR (Click-through open rate).

Il CTOR è una metrica che si concentra sulla qualità del corpo dell’email e fornisce un feedback su elementi come l’oggetto e la consegna.

Engagement

L’engagement nelle email si misura in base al modo in cui i destinatari interagiscono con i contenuti che ricevono. Alcune metriche di coinvolgimento includono i tassi di apertura (open rate) delle email, i tassi di risposta e i tassi di conversione. L’engagement è fondamentale sia per i professionisti delle vendite sia per i professionisti dell’inbound marketing.

Lead Acceleration

L’accelerazione dei lead consente ai team di vendita di acquisire, qualificare e coinvolgere più rapidamente un maggior numero di lead.

Con una piattaforma di accelerazione del marketing puoi combinare agilità, automazione e approfondimenti per fornire interazioni altamente mirate lungo il customer journey in modo efficiente e scalabile.

Ecco alcune cose importanti che puoi fare per accelerare il ciclo di vendita:

  • Individuare lead qualificati
  • Non lasciare che i prezzi li colgano di sorpresa
  • Usare la prova sociale (testimonial) per ottenere fiducia
  • Gestire le obiezioni in anticipo
  • Automatizzare il processo
  • Proporre periodicamente offerte
  • Usare chatbot e livechat
  • Presentare descrizioni dettagliate dei prodotti.

Impatto sui ricavi

Nel 2020 il fatturato dell’email marketing si è attestato a 7,5 miliardi di dollari e, entro il 2023, questa cifra è destinata a superare la soglia dei 10 miliardi di dollari.

Secondo una ricerca di McKinsey, il 60% dei consumatori indica l’email come il canale preferito per ricevere promozioni e aggiornamenti dalle aziende. L’email è anche molto efficace quando si tratta di acquisire clienti: 40 volte più di Twitter e Facebook messi insieme.

L’impatto sui ricavi è un’altra metrica fondamentale, su cui puoi concentrarti per misurare quanto sia importante il canale di email marketing.

Traffico web

Puoi incrementare il traffico di un sito web con l’email marketing.

Incoraggiando il pubblico a visitare il sito web, aiuti la tua azienda a ottenere migliori posizionamenti nei motori di ricerca.

Includendo contenuti che siano abbastanza interessanti per le persone da spingerle a cliccare e leggere, l’email marketing non solo porta traffico sul sito web, ma aumenta le visite ripetute da parte di lead di qualità.

Come interpretare correttamente il ROI

Mano che disegna grafico su lavagna con il gesso

Il ROI è molto importante per il tuo business: ricorda di tracciarlo correttamente.

Esistono due formule per calcolare il ROI:

ROI = (Profitto netto/Costo dell’investimento) x 100

ROI = ([Valore attuale-Costo dell’investimento]/Costo dell’investimento) x 100

Entrambe le formule danno lo stesso risultato. La seconda formula del ROI si limita a scomporre le fasi del calcolo del profitto netto (ovvero il profitto lordo meno il costo dell’investimento) prima di dividerlo per il costo totale dell’investimento.

Il ROI è solitamente espresso come rapporto o percentuale: un ROI più alto indica che i guadagni sull’investimento in un progetto sono favorevoli rispetto ai costi.

L’analisi di un’equazione in astratto può confondere, quindi vediamo come migliorare il tuo ROI in pratica.

Come migliorare il ROI?

Mano che indica ROI sullo schermo con grafici

Misura tutti gli obiettivi tramite ActiveCampaign.

A seguire ti suggeriamo alcuni metodi per aumentare l’email marketing ROI della tua organizzazione o del tuo e-commerce. Il ROI può trasformare il modo in cui interpreti i dati, quindi devi tenerne conto per costruire una strategia di marketing efficace.

Stabilisci i tuoi obiettivi

Individuare degli obiettivi precisi, realistici e facili da pianificare potrà aiutarti a determinare come ottenere di più dai tuoi investimenti per l’email marketing. Sembra solo il primo passaggio, ma è proprio qui che ti giochi una fetta importante del tuo successo.

Incrementa la lista di contatti

Stai facendo tutto il possibile per generare lead? Impara come aumentare la crescita della lista di email (email list) trasformando la tua homepage in una macchina per generare lead, sfruttando e ottimizzando i moduli delle landing page e le call-to-action.

Utilizza in modo efficace le email con trigger

Le strategie di posta elettronica per il recupero del carrello abbandonato e i messaggi di ringraziamento sono due esempi di email con trigger che possono avere un grande impatto sul ROI.

Segmenta la lista

La segmentazione delle liste di contatti è un modo comprovato per migliorare drasticamente le prestazioni delle campagne email.

Concentrati sulla deliverability

Le tue email arrivano sempre nella casella di posta dei destinatari? I filtri anti-spam dei servizi di posta elettronica basati sul web, come Gmail di Google o Yahoo, possono compromettere il tuo successo. Assicurati di usare uno strumento affidabile come ActiveCampaign per strutturare il tuo email marketing aumentando l’email deliverability.

Ottimizza per la versione mobile

Poiché molti clienti e potenziali clienti probabilmente utilizzano dispositivi mobili per leggere le email, assicurarsi che i tuoi messaggi siano ottimizzati per i dispositivi mobili è essenziale per aumentare il ROI della marketing automation e delle email.

Traccia e testa i risultati per aumentare costantemente il ROI

Grafico crescita ROI con bersaglio

ActiveCampaign è qui per aiutarti a raggiungere gli obiettivi. Contattaci per saperne di più.

Per scoprire il vero ROI dell’email marketing, è necessario essere in grado di tracciare i lead dal marketing alle vendite: usando ActiveCampaign, ad esempio, puoi sfruttare i report di marketing digitale. Una volta compiuto questo step, potrai iniziare a testare il tuo email marketing con differenti versioni della tua strategia.

Normalmente, il marketing si occupa di lead generation e passa i potenziali clienti al reparto vendite.

In questo modo, al team vendite mancano dati chiave sui nuovi contatti, e al marketing mancano i dati sul modo in cui i suoi sforzi si traducono in lead di bassa o alta qualità e in conseguenti ricavi. Per rimediare, una coordinazione efficace tra i reparti marketing e vendita è fondamentale.

Per tracciare i tuoi risultati in un unico posto, scegli ActiveCampaign. Provalo ora. Configurazione immediata.

 

Comment section