ESEMPIO DI STACK TECNOLOGICO PER E-COMMERCE E PACCHETTO INTRODUTTIVO DI AUTOMAZIONI

La sola automazione per il carrello abbandonato può fruttarti il 10% di vendite in più. Cosa potresti ottenere con il resto del pacchetto introduttivo?

E se sapessi esattamente quali strumenti utilizzare per il tuo negozio di e-commerce? E se avessi le automazioni più performanti e importanti, create apposta per te, così che ti basterebbe soltanto fare clic su un pulsante per avere tutto pronto all’uso?

Questo pacchetto introduttivo per l’e-commerce include i migliori consigli di settore di ActiveCampaign, automazioni predefinite e consigli strategici per cogliere le migliori opportunità per la tua azienda.

Cosa ottieni:

CONDIVIDI LO STRUMENTO

Share on twitter
Share on facebook
Share on linkedin

Inviando questo modulo, accetti di ricevere email promozionali da ActiveCampaign sui nostri prodotti e servizi. Puoi disiscriverti gratuitamente in qualsiasi momento. Consulta la nostra Informativa sulla Privacy.

Secondo migliaia di clienti, queste sono le migliori automazioni per e-commerce, predefinite e pronte all'uso

Serie di benvenuto con offerta tripwire

Questo è un momento cruciale del ciclo di vita del cliente, perché rappresenta un'opportunità per presentare i prodotti a nuovi clienti potenzialmente interessati e convertirli in clienti effettivi.

Automazione in tre fasi per il carrello abbandonato

Questa email invia ai clienti un promemoria per gli articoli lasciati nel carrello. Recupera le vendite attraverso una serie di email con un oggetto accattivante e ad alto tasso di apertura.

Cross-selling per nuovi clienti

Dopo l'acquisto, un cliente diventa cliente attivo. Vogliamo mantenere lo slancio di quel cliente e applicare una campagna di follow-up per mantenerlo coinvolto.

Fai tornare il tuo pubblico con la Customer Experience Automation

Provalo gratis. Non sono richieste carte di credito. Configurazione immediata.

Risorse per i partner

Come sfruttare i dati d'acquisto con ActiveCampaign

Deep Data ti permette di analizzare il tuo account di ActiveCampaign per trovare una quantità sempre maggiore d'informazioni sulla tua attività in generale. Attraverso le integrazioni, il nostro software raccoglie dati d'acquisto fondamentali.

Annunciare la reportistica di un e-commerce: tracciare i ricavi per ogni email

Sai quanto guadagni da ogni email? ActiveCampaign può aiutarti a rispondere a questa domanda.

Introduzione

Contenuto del pacchetto introduttivo: come individuare il momento in cui i tuoi clienti sono più propensi all’acquisto

longform content featured img (1)

Se è la tua prima esperienza nel mondo dell’automazione di un e-commerce, l’elenco delle funzioni che “potresti” automatizzare può apparire lunga e preoccupante:

  • Campagne Tripwire
  • Upselling e cross-selling
  • Email e automazioni per carrelli abbandonati
  • Campagne Winback
  • Campagne Bounceback
  • Automazioni attivate in base al valore medio dell’ordine
  • Automazioni attivate in base alla spesa complessiva nell’intero ciclo di vita del cliente
  • Automazioni attivate in base a specifici abbinamenti e categorie di prodotti
  • Conferma d’ordine, evasione e tracciamento
  • Automazioni sui segnali d’interesse riguardo a un prodotto

L’automazione può complicarsi rapidamente, ma alcune delle sue parti più complesse possono accelerare le vendite.

Nello stesso tempo, alcuni tipi di automazione sono più importanti di altri perché vengono visti da un maggior numero di clienti e impattano di più sulle vendite.

Questo pacchetto introduttivo ti mostrerà come iniziare in tempi brevi. Hai configurato il tuo negozio, ora è il momento di connettere gli altri strumenti di e-commerce e configurare le automazioni più efficaci.

Ti diamo già quasi tutto quello di cui hai bisogno, ma se vuoi ancora di più ecco come individuare gli aspetti migliori da automatizzare della tua attività.

Cosa fanno i tuoi clienti prima di acquistare da te?

Come trovano il tuo negozio? Forse…

  • Vedono il post di un influencer che pubblicizza il tuo prodotto e fanno swipe up?
  • Cercano la categoria di prodotto su Google e trovano lì il tuo sito web?
  • Ascoltano le recensioni entusiastiche dei loro amici che sono già tuoi clienti?

Lo sappiamo, idealmente in tutti e tre i modi, più altri cento. Ma se dovessi davvero identificare il canale più importante per la tua attività, quale sceglieresti?

La risposta ti aiuterà a individuare le aree su cui concentrare la tua attenzione. Qui troverai alcuni aspetti più comuni su cui le persone puntano per far crescere i loro negozi di e-commerce.

Per trovare nuovi clienti, i principali negozi di e-commerce si servono di:

  • Campagne su Instagram con influencer, in particolare micro-influencer, che reindirizzano su una landing page
  • Campagne sponsorizzate su Facebook/Instagram (spesso utilizzando il nostro strumento pubblico personalizzato di Facebook) che, con grande creatività, si rivolgono a un preciso segmento di pubblico
  • Ottimizzazione per i motori di ricerca, creando pagine prodotto che appaiano in alto tra i risultati di ricerca della loro categoria
  • Passaparola e campagne di raccomandazione dei clienti che non sono lasciate al caso: i clienti esistenti vengono incoraggiati in modo automatico a procurarti clienti nuovi.

Su quali altri aspetti occorre concentrarsi? Beh, in quale momento è più probabile che un cliente cerchi informazioni?

Dopo aver sentito parlare di te, ma prima di arrivare al checkout:

  • I potenziali clienti cercano sul tuo sito web informazioni sul prodotto, sul prezzo, sulla spedizione e altro ancora
  • Cercano poi su siti di terze parti eventuali recensioni dei tuoi prodotti o della tua attività
  • Osservano la concorrenza e fanno confronti tra i negozi per trovare un buon affare

Durante il checkout:

  • Cercano la sezione delle domande frequenti sul tuo sito web
  • Cercano in giro dei codici sconto
  • Seguono il processo di checkout e la funzione “aggiungi al carrello”
  • Utilizzano la chat sul sito per fare domande

L’esercizio di elencare i vari punti di contatto con i clienti può sembrare estenuante, ma ti aiuterà a individuare i passaggi che tutti i clienti hanno in comune. Ogni cliente attraversa il flusso di checkout, quindi assicurati che sia facile da utilizzare. Ogni cliente fa clic su “aggiungi al carrello”, quindi assicurati di adottare automazioni specifiche per i carrelli abbandonati.

Stiamo di nuovo andando nel difficile, i punti in cui l’automazione diventa più complessa. E se volessi il massimo? Le automazioni ad alto tasso di vendita con configurazione rapida e diretta, che ti permettono d’impostare le funzioni di cui hai bisogno e passare a occuparti d’altro?

Con le automazioni, l’aspetto più importante da sapere è dove avranno l’impatto maggiore.

Ci sono due risposte. Due “momenti d’impatto”:

  1. L’attimo appena prima di prendere una decisione d’acquisto
  2. L’attimo subito dopo aver preso una decisione d’acquisto

Questo pacchetto introduttivo ti offre automazioni per entrambi. Ecco perché ti forniamo proprio queste automazioni specifiche.

Il primo momento d’impatto: subito prima di prendere una decisione d’acquisto

Non è facile convincere le persone a comprare da zero. Ma se stanno già valutando un acquisto, è più semplice portarli a comprare da te.

Ecco perché gli attimi prima di prendere una decisione d’acquisto sono così rilevanti: un invito discreto nella giusta direzione può fare la differenza per la chiusura di una vendita.

Questo pacchetto introduttivo ha due automazioni mirate ai momenti che precedono una decisione d’acquisto:

  • Una serie di benvenuto per e-commerce
  • Un’automazione per il carrello abbandonato

Perché proprio queste due?

La serie di benvenuto per e-commerce è pensata per le persone iscritte alla tua mailing list ma che non hanno ancora acquistato nulla. Sono interessate a saperne di più, ma potrebbero non acquistare nulla a meno che non ricevano un’offerta.

Pensaci: ogni nuovo iscritto all’email potrebbe ricevere immediatamente un’offerta in grado di trasformarlo in cliente. Prima queste persone non ricevevano alcun messaggio, quindi ogni vendita in più è da considerarsi un extra.

Ma il vero affare sono le automazioni per il carrello abbandonato. Il 77% dei carrelli online viene abbandonato. Le persone aggiungono prodotti al carrello e poi escono dalla pagina (per distrazione, perché si rivolgono alla concorrenza o semplicemente hanno cambiato idea) e tu perdi la vendita.

La cosa bella del carrello abbandonato è che sai esattamente a quali prodotti sono interessate! Sarebbe impossibile inviare manualmente un’email a ogni persona che abbandona un carrello, ma un’automazione può occuparsi di questo aspetto e recuperare vendite che altrimenti andrebbero perse.

Il secondo momento d’impatto: subito dopo la decisione d’acquisto

Qual è il momento migliore in assoluto per spingere le vendite?

Subito dopo una vendita!

Dopo aver effettuato un acquisto, le persone hanno lo slancio. Ti hanno appena dimostrato di essere disposte a comprare, quindi se riesci a proporre loro la giusta offerta di upselling o cross-selling potresti portarle a effettuare un nuovo ordine.

Se sai che qualcuno stava valutando di fare un acquisto (per esempio perché ha aggiunto qualcosa al carrello ma non ha concluso il processo), hai la possibilità di fargli un’offerta migliore. A volte si tratta di proporre prodotti correlati, altre volte significa offrire un coupon.

Ecco una automazione inclusa nel pacchetto introduttivo per sfruttare questo momento d’impatto: come seguire il nuovo cliente e proporre un prodotto correlato.

Seguire un nuovo cliente è un modo rapido per realizzare un’altra vendita. Sai che i tuoi prodotti si abbinano bene tra loro, non devi fare altro che mostrarlo anche ai tuoi clienti!

Uno dei principali vantaggi di questa automazione è che accresce il valore di ogni nuovo cliente. Ciò significa che puoi aspettarti che ogni nuovo cliente spenda di più; per questo, potrai anche permetterti di aumentare la spesa destinata alla pubblicità e al marketing per trovare ulteriori clienti nuovi.

E c’è di più. Un terzo momento d’impatto

C’è un ulteriore momento d’impatto con cui iniziare, che magari non sembra evidente ma può avere effetti rilevanti.

I clienti che hanno già acquistato da te in passato (ma hanno smesso di farlo). Di certo non invierai manualmente un’email a ogni persona che due mesi fa ha fatto un acquisto da te: nessuno ha il tempo per farlo.

Ma se un cliente ha gradito i tuoi prodotti in passato, ha senso pensare che possa volerli acquistare nuovamente. Magari non ha avuto tempo, si è dimenticato o non gli è venuto in mente un altro prodotto da acquistare.

Ecco perché l’ultima ricetta di automazione di questo pacchetto introduttivo è un’automazione winback in 60 giorni.

L’automazione winback in 60 giorni ricontatta automaticamente i tuoi clienti una volta trascorso quel lasso di tempo dal loro ultimo acquisto. Offri il tuo prodotto più popolare o un buono sconto invitante per ottenere di più dalle persone che già sai essere interessate alla tua attività.

Ecco cosa è incluso nel pacchetto introduttivo: quello che ti serve per far accadere ciò che vuoi.

Ecco perché questi sono i momenti di maggiore impatto per il tuo e-commerce, a cui prestare particolare attenzione. Cosa è incluso nel pacchetto introduttivo complessivo?

  1. Cinque automazioni predefinite mirate ai momenti in cui le vendite sono più alte per la tua attività.
  2. Cinque consigli sugli strumenti che puoi abbinare al tuo negozio di e-commerce

Fidelizza il tuo pubblico con la Customer Experience Automation

Inizia una prova gratuita di 14 giorni con ActiveCampaign. Niente carte di credito, nessuna configurazione, nessun problema.