MODELLI GRATUITI DI FOLLOW-UP

Stai cercando nuovi clienti per far crescere la tua attività? Magari no.

Alle persone piace lavorare con professionisti che già conoscono, apprezzano e di cui si fidano.

Quindi, potrebbe sembrare controintuitivo, ma le persone migliori con cui lavorare sono spesso quelle con cui hai già lavorato in passato.

Avete già fatto la parte difficile e avete costruito un buon rapporto, quindi perché non cercare di scoprire se ci sono nuove opportunità per lavorare insieme?

Riceverai tre modelli di email di follow-up da personalizzare e inviare ai tuoi vecchi clienti. Le email di follow-up aiutano a riaprire la conversazione e a trovare nuove opportunità per lavorare ancora con loro!

Cosa ottieni:

CONDIVIDI LO STRUMENTO

Share on twitter
Share on facebook
Share on linkedin

Inviando questo modulo, accetti che ActiveCampaign possa inviarti email promozionali sui suoi prodotti o servizi. Puoi annullare l'iscrizione in qualsiasi momento, senza alcun costo. Consulta la nostra Informativa sulla privacy.

Iniziamo?

Inizia una prova gratuita di 14 giorni con ActiveCampaign. Niente carte di credito, nessuna configurazione, nessun problema.

Qual è il momento giusto per mandare un follow-up?

Ci sono diverse occasioni in cui è opportuno inviare un’email di follow-up, ad esempio:

  • Dopo una riunione andata bene
  • Quando viene aggiornato un piano di progetto
  • Per avviare un rapporto diretto dopo una conferenza o un evento di networking
  • Se hai provato altri metodi di comunicazione che si sono rivelati infruttuosi

Tuttavia, non tutti questi tipi di follow-up sono destinati a portare nuovo fatturato. Dal momento che sei alla guida (o fai parte) di un’azienda, dovrai concentrarti sugli aspetti più importanti: vendite e ricavi.

 

 

Modelli di oggetto per un’email di follow-up

Sei qui per trovare i modelli (e speriamo tu li abbia già scaricati), ma forse non sai che è proprio l’oggetto la parte più importante di un’email.

Per far sì che le nostre email di follow-up vengano aperte, dobbiamo decidere in che modo organizzare l’oggetto dell’email stessa:

  • Molto esplicita: “Terry, per dare seguito alla nostra proposta”
  • Stuzzica un minimo di curiosità con l’oggetto

Le righe dell’oggetto dirette ed esplicite hanno buone probabilità di successo, perché il destinatario saprà immediatamente di cosa tratta l’email.

E per quanto riguarda la seconda opzione? In che modo possiamo suscitare curiosità nel destinatario del follow-up, così che non possa fare a meno di aprire l’email?

Ecco cinque possibili strategie:

  1. Fare una domanda che susciti curiosità
  2. Iniziare una sequenza di eventi e lasciarla in sospeso
  3. Fare qualcosa di inaspettato
  4. Suggerire di essere a conoscenza di informazioni che loro non hanno
  5. Suggerire che sapevano qualcosa che ora hanno dimenticato

Una volta che hai creato un oggetto convincente, per il corpo dell’email sfrutta il tuo nuovo modello gratuito di follow-up.

 

 

Ottieni un modello di follow-up gratuito

La prossima email di follow-up che invii potrebbe essere la tua email più importante di sempre.

Fissare il cursore lampeggiante ogni volta che devi dare seguito alle tue comunicazioni con qualcuno non dovrebbe impedirti di far crescere la tua attività.

Se riesci a inserire i contenuti giusti in ogni comunicazione di follow-up, i risultati arriveranno. Utilizzando uno dei nostri modelli, avrai la certezza di dare ogni volta un’impressione attenta e professionale.

Con questi modelli di follow up avrai la certezza di non tralasciare nulla di importante.

Iniziamo?

Inizia una prova gratuita di 14 giorni con ActiveCampaign. Niente carte di credito, nessuna configurazione, nessun problema.