MODELLO GRATUITO DI EMAIL PER IL CHECKOUT ABBANDONATO

Il 75% delle persone abbandona il proprio carrello online. Ma ecco la buona notizia...

Puoi convincere almeno il 10% dei clienti a tornare e concludere l’acquisto, recuperando così circa il 63% delle vendite perse.

Vuoi una notizia ancora migliore?

Creare un sistema “imposta e dimentica” che ti permetta di ottenere questi risultati senza sforzi aggiuntivi è semplicissimo.

L’obiettivo di un programma intelligente di email per il checkout abbandonato non è solo che i clienti le aprano e facciano clic, ma anche di ricordare loro l’emozione che hanno provato in vista dell’acquisto che stavano per fare.

Fase 1: scarica il modello gratuito di email per il checkout abbandonato.

Fase 2: continua a leggere per scoprire come creare email per il checkout abbandonato che generino conversioni.

Cosa ottieni:

CONDIVIDI LO STRUMENTO

Share on twitter
Share on facebook
Share on linkedin

Inviando questo modulo, accetti che ActiveCampaign possa inviarti email promozionali sui suoi prodotti o servizi. Puoi annullare l'iscrizione in qualsiasi momento, senza alcun costo. Consulta la nostra Informativa sulla privacy.

Iniziamo?

Inizia una prova gratuita di 14 giorni con ActiveCampaign. Niente carte di credito, nessuna configurazione, nessun problema.

La tua nuova strategia email in caso di checkout abbandonato


Le 14 strategie collaudate per le email di checkout abbandonato includono:

  1. Scrivere una riga dell’oggetto elegante e coerente
  2. Concentrarsi sull’ottimizzazione per dispositivi mobili
  3. Inserire una call-to-action (CTA) chiara
  4. Adottare strategie di copywriting incentrate sul pubblico
  5. MOSTRARE i tuoi prodotti
  6. Utilizzare grafiche che spingano all’azione
  7. Creare un senso di urgenza
  8. Offrire alternative di prodotto
  9. Contrastare le obiezioni interne (sono il tipo di persona che compra questo?)
  10. Contrastare le obiezioni esterne (cosa penseranno gli altri di questo acquisto?)
  11. Contrastare le obiezioni sul prodotto (questo prodotto è valido?)
  12. Utilizzare contenuti (immagini) generati dagli utenti, recensioni pubbliche e riprova sociale
  13. Valutare la possibilità di offrire un coupon
  14. Mantenere le cose SEMPLICI



Come scrivere righe dell’oggetto efficaci per le email per il carrello abbandonato

Nel preparare le righe dell’oggetto per le email per il checkout abbandonato, è meglio mantenersi semplici.

Cosa è meglio inserire nella riga dell’oggetto della tua mail per il checkout abbandonato?

  1. Nome del cliente
  2. Nome dell’azienda
  3. Nome del prodotto
  4. Urgenza
  5. Semplicità

Che tu ci creda o no, è tutto.

Non c’è motivo di fare i furbi e cercare di ottenere clic provocati dalla curiosità. Per questo genere di email, la chiarezza è sempre più efficace della furbizia.

Ecco un esempio pratico:

  • NOME, abbiamo salvato il tuo carrello 🤙
  • NOME, ti sei dimenticato di me? 😱
  • Lasciati teletrasportare nuovamente nel tuo carrello di AZIENDA. È gratis!
  • NOME, il tuo carrello si sta domandando che fine tu abbia fatto ❤️
  • AZIENDA mi ha chiesto di inviarti questo promemoria

Questa email è un promemoria. Non fa richieste né dichiarazioni. Non vuole vendere a tutti i costi.

Vuoi ancora più possibilità di vendita? Valuta la possibilità di aggiungere un coupon.



Idee (che funzionano) per i codici coupon per i carrelli abbandonati

Oltre al tentativo di fare i furbi con la riga dell’oggetto dell’email, un altro errore che commettono le aziende di e-commerce è quello di offrire un coupon troppo presto.

Ti è mai capitato di entrare in un negozio e chiederti perché ti offrano un 10% di sconto dal primo istante?

“Non sarà un granché quel prodotto, se lo stanno già scontando”, pensi.

Che vengano offerti come finestra popup sul sito o in un’email per il checkout abbandonato, i coupon sono pericolosi perché riducono immediatamente il tuo margine di profitto.

In Confessioni di un pubblicitario, David Ogilvy scrive: “Un prezzo scontato può portare le persone a provare un marchio, ma poi torneranno al proprio marchio abituale come se niente fosse”.

E allora, come possiamo offrire un coupon che ci permetta di aumentare le vendite senza svalutare il marchio o il prodotto?

  • Cerca di stimolare la vendita puntando prima su altri fattori psicologici, come la spedizione gratuita.
  • Offri coupon solo ai clienti abituali (con ActiveCampaign puoi segmentarli in modo facile e automatico)
  • Offri la possibilità di sconto solo al termine di una sequenza di email più lunga.



Ottieni un esempio di modello di email per il checkout abbandonato

Ora che hai capito come e perché creare un’email per il checkout abbandonato efficace, è il momento di inserirla in un modello collaudato.

Questo è ESATTAMENTE lo stesso modello che gli utenti di ActiveCampaign adottano quando configurano le loro automazioni per i checkout abbandonati.

Scarica la nostra guida gratuita e il modello in cima a questa pagina.

Vuoi iniziare subito? Inserisci questi modelli di email per il carrello abbandonato nel tuo account ActiveCampaign

Iniziamo?

Inizia una prova gratuita di 14 giorni con ActiveCampaign. Niente carte di credito, nessuna configurazione, nessun problema.